Erica

 

Sono nata a Coventello, un piccolo paese in provincia di Ravenna. Sono cresciuta in campagna, in una famiglia contadina, di quelle molto allargate, che oggi sembra quasi non esistano più. Da piccola vivevo all’aperto, giocavo con i fratelli, i cugini, tantissimi amici, sempre con le ginocchia sbucciate. Crescendo ho imparato grazie alla mia famiglia il valore della collaborazione, del sostegno reciproco, della fatica e dei sacrifici. E proprio grazie ai sacrifici dei miei genitori sono riuscita a laurearmi in fisioterapia.

Qualche anno dopo, sono stati proprio due miei cari amici, Giovanni e Manuel, ad iscrivermi a MasterChef. Lo hanno fatto quasi per scherzo, dopo una cena, quando ormai mi ero addormentata. Sapete tutti come è andata. E’ stata un’avventura incredibile, iniziata con un piatto di cappelletti e finita con il mio nome pronunciato da Carlo Cracco nella serata finale. Un viaggio pieno di emozioni, incontri, cadute e risalite, che ho affrontato con determinazione e sincerità, rimanendo sempre fedele a me stessa, ai miei valori, alla mia etica del lavoro, alla mia educazione contadina.

Ad accompagnarmi in quel viaggio, sempre nel mio cuore, mia figlia Emma. Stare lontano da lei durante quei mesi è stata la cosa più difficile, che però mi ha insegnato una cosa. La cucina è sempre stata una costante nella mia vita, la mia più grande passione. L’arrivo di Emma non ha cambiato il mio rapporto con il cibo, ma ha reso ancora più forte e salda la mia idea di cucina, basata sull’amore per la terra e per le sue materie prime, frutto del lavoro e della fatica di persone come mio padre o come mio nonno. Contadini veri che da un piccolo podere sulle rive del Lamone, acquistato con enormi sacrifici nel dopoguerra, hanno costruito un’azienda agricola moderna. E oggi, che dedico ormai quasi tutto il mio tempo alla cucina, Emma ed io non solo mangiamo le stesse cose, ma le prepariamo insieme.

Perché io credo che se vogliamo bene ai nostri bambini dobbiamo investire una parte del nostro tempo per insegnare loro (e a noi stessi) la cultura del cibo.

Questo blog è nato proprio pensando a come sono cresciuta, a come mi piace vivere e cucinare insieme alle persone che amo. Troverete ricette legate alle stagioni e alla vita in campagna, che è stata la mia fonte di ispirazione per il mio libro “A piccoli passi”. E poi i grandi classici della tradizione, le ricette pensate per i più piccoli e i piatti che mangio tutti i giorni, come li preparo a casa, con tanti trucchi e consigli.

Siete tutti invitati nella mia cucina! Benvenuti!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Per ricevere le mie ricette, con tanti trucchi e consigli, e tutte le novità dal mio mondo, scrivi la tua mail nel form sottostante!

CI siamo quasi... controlla la tua mail e conferma la registrazione!